Tagged: USA

Politica 0

Secondo i dati 2011 i membri OPEC detengono nel complesso circa l’81% delle riserve mondiali….
Dalla Siria all’Iran, passando per l’Iraq. E per il suo petrolio

Tutti sanno che il commercio mondiale del petrolio ruota attorno ad alcuni paesi situati nella Penisola araba. Quello che forse non tutti sanno è che in futuro l’Iran e l’Iraq potrebbero dominare il mercato dell’oro nero.

Tutti sanno che il mercato mondiale del petrolio ruota attorno ad alcuni paesi situati nella Penisola araba. E’ importante tuttavia leggere alcuni dati per capire in che misura i paesi del Golfo Persico posseggono il controllo dell’oro nero.

More
Politica 0

Le prime notizie sul AIIB ( Asian Infrastructure Investment Bank ) apparso nel mese di ottobre del 2013. Il governo cinese è stato frustrato con quello che riguarda la lentezza…More

Politica 0

È soprattutto il Pacifico sud orientale, la zona cioè situata tra il Giappone, l’Australia e le isole Fiji a essere interessato da una complessa disputa territoriale che vede coinvolti Cina, Vietnam, Filippine, Taiwan, Brunei e Malaysia e, naturalmente, gli Stati Uniti e i loro alleati. All’inizio dell’anno, nel presentare la nuova dottrina strategica americana, il presidente Obama ha insistito sulla riduzione del numero degli effettivi presenti all’estero: l’esercito americano manterrà però inalterato il numero dei soldati di stanza nel Pacifico, anzi investirà le risorse maggiori proprio in quello scacchiere. Tutto per arginare l’espansionismo cinese…

More
Sociale 0

…L’aria e il cielo sono intrisi di segnali elettronici. Intercettarli è facile come raccogliere la pioggia con un secchio. Numerosi cittadini con la fedina penale immacolata, a loro insaputa sono schedati elettronicamente, grazie ai prodigi di un braccio supersegreto dell’ex Sismi, specializzato in spionaggio d’ogni genere e guerra elettronica. E’ tutto documentato nei fascicoli personali: dalle credenze religiose a quelle politiche, fino alle attività professionali e del tempo libero. Siamo controllati e sorvegliati da tempo a nostra insaputa. Il presidente del Consiglio Monti, se non fosse troppo distratto dalle pressioni estere, dovrebbe informare subito le Commissioni parlamentari competenti Affari costituzionali e Difesa…

More
Politica 0

L’articolo 11 della Costituzione italiana, recita «l’Italia bandisce la guerra come mezzo per la risoluzione delle crisi internazionali»,
L’articolo 11 della Costituzione italiana, uno dei più significativi, quello che recita che «l’Italia bandisce la guerra come mezzo per la risoluzione delle crisi internazionali», è stato apertamente e totalmente violato. Dal nostro punto di vista, l’articolo 11 già era stato più volte violato, ogni qualvolta l’Italia partecipava a missioni militari all’estero denominate ipocritamente “di pace”, nei Balcani come in Iraq, come in Afghanistan e Libia…

More
Politica 0

Tale piano, oggi divenuto pubbblico, di regola, dovrebbe rimettere in discussione la posizione di tutti gli alleati NATO dinnanzi agli Usa, e non solo ma rivedere la presenza di truppe NATO nei vari scacchieri ove sono impiegate, tale piano che come provato è reale e messo in atto, vedi Iraq, Libia, Sudan, a cui va aggiunto lo Yemen, non solo fu messo in esecuzione dal Signor Bush e company, ma che anche sotto l’amministrazione Obana è continuato, nonostante Obama stesso non paia interessato più di tanto a tale progetto, data la crisi che attaglia non solo gli States, ma l’intera Europa e quindi potremmo asserire gli stessi paesi alleati partecipanti alle forze NATO.

More
Politica 0

L’indebitamento dei paesi arretrati è un carattere strutturale delle relazioni speculative mondiali. In ultima analisi, esso deriva dal semplice fatto storico che i paesi arretrati si affacciano sull’arena della competizione mondiale, quando il mondo è già diviso tra potenze egemonizzanti che li sovrastano tecnologicamente e militarmente…

More
Politica 0

…il sistema ECHELON è utilizzato per intercettare normali e-mail, fax, telex e telefonate che viaggiano nella rete di telecomunicazioni mondiale…
Per 40 anni la più grande agenzia di intelligence della Nuova Zelanda, la Government Communications Security Bureau (GCSB) l’equivalente della americana National Security Agency (NSA) è stata aiutata dai suoi alleati occidentali a spiare nell’area del Pacifico, senza che questo fosse risaputo pubblicamente, ma neanche dalle maggiori cariche elettive dello stato. Quello che la NSA non poteva sapere è che verso la fine degli anni ottanta diversi ufficiali dell’agenzia decisero che le loro attività erano state troppo segrete e per troppo tempo e mi rilasciarono delle interviste e dei documenti che illustravano le attività dei servizi di intelligence neozelandesi. Più di cinquanta persone che lavoravano o avevano lavorato con i servizi ed in campi correlati accettarono di farsi intervistare.

More
1 2 3