Tagged: morale

Sociale 0

Nel categorico rifiuto di ogni dogmatismo, di ogni altra ricattabilità e di ogni altra pretesa omologatoria – sia essa pubblica che privata – l’unica fedeltà che dobbiamo pretendere dagli altri – ed impegnarci a garantire agli altri – è quella verso sè stessi: in una nostra comune dimensione comunitaria ecumenica, in quanto persone eticamente civili e socialmente responsabili. Noi sappiamo che l’essere umano è continuamente esposto, nella sua quotidianità, a delle contraddizioni che intimamente lo lacerano e che – drammaticamente e mortalmente – si riflettono sulle persone che incontriamo sul nostro cammino e che ci amano e che noi amiamo o che vorremmo poter amare ma che la vita, molto, troppo spesso, per qualche valida ragione, ci impedisce di amare, sia per una qualche valida nostra ragione, sia per il condizionamento prevalente, se non prevaricatore, delle forze sociali che incombono su di noi e che noi ci sentiamo di dover respingere.

More
Cultura 0

Le opere della Blavatsky, non sono di facile lettura ed interpretazine, in quanto propongono un complesso schema cosmologico…
Il 17 novembre 1875 è fondata la Società Teosofica, e nel 1877 la Blavatsky pubblica Iside svelata, la prima sintesi del suo pensiero. Nel 1878 – approfittando di una missione commerciale di Olcott nel subcontinente indiano, per conto del presidente degli Stati Uniti – i “gemelli teosofici” partono per l’India, e stabiliscono la sede centrale della Società ad Adyar, presso Madras, dove tuttora si trova. Nonostante una serie di controversie nel corso delle quali la Blavatsky è accusata di avere creato false “lettere” dei Maestri per sostenere le sue affermazioni, la Società Teosofica si espande negli Stati Uniti e in Europa, dove in Inghilterra Madame Blavatsky ne fonda anche una “Sezione Esoterica”.

More
Sociale 0

…L’invidia positiva è dunque uno stimolo, una motivazione verso l’auto-miglioramento: colmando le proprie lacune spesso con la ricerca di medaglie e patacche varie da ostentare a un pubblico che ne ignora la valenza, ma gli consente di sentirsi personalità, degno del ruolo che ricopre l’invidiato.

Per cui l’invidioso, cosi pensa di valorizzare i propri punti di forza, anche se incoscientemente, non sapendo che trae in inganno solo se stesso, o chi gli sta intorno in quanto succube per varie ragioni d’interesse….

More
Storia 0

el 1826 egli fu nominato cappellano di corte ed, in seguito, entrò progressivamente nella vita sociale.Tuttavia le sue idee filosofiche panteistiche e, soprattutto, il pensiero politico d’ispirazione repubblicana mazziniana, lo misero in cattiva luce.

More
Cultura 0

…Molti dovrebbero riflettere su questo poemetto e forse la presunzione, il falso orgoglio ,diverebbe socializzazione…

Il nome di Kipling era così strettamente legato al colonialismo che, con la prima guerra mondiale, la sua popolarità ebbe a soffrire del contraccolpo. Comunque all’inizio della Prima guerra mondiale cominciò a svolgere l’incarico di corrispondente di guerra, prima sul fronte occidentale, poi su quello italiano.

More