Tagged: medioevo

Cultura 0

Quando in Italia, sul finire del Quattrocento, il volgare, nobilitato nel secolo precedente da Dante, Petrarca e Bocciaccio, poi trascurato dagli umanisti, cominciò a essere utilizzato di nuovo come lingua letteraria, la materia cavalleresca medievale, che aveva avuto un’ampia diffusione popolare attraverso i cantari (narrazione in versi, talora con accompagnamento musicale, prodotta e diffusa per via orale da poeti popolari, i cosiddetti giullari o canterini, tramite recite nelle piazze o lungo le vie dei pellegrinaggi), si ripropose come oggetto di poesia d’arte, particolarmente nei circoli culturali presso la corte dei Medici a Firenze e presso la corte degli Estensi a Ferrara.

More
Cultura 0

caratteristica del misticismo in Cavalcanti era l’incapacità di rendere in parole l’esperienza amorosa…

Guido Cavalcanti rientra nel gruppo dei poeti del dolce stil novo. Non abbiamo notizie certe sulla sua nascita intorno che pare sia attorno all’anno 1258, sappiamo per certo, che egli proviene da una delle famiglie nobili più importanti di Firenze, politicamente schierata dalla parte guelfa, figlio di un uomo dotto, che Dante cita nell’10° canto dell’inferno fra gli Eretici.

More
Storia 0

Corradino catturato a Tagliacozzo nel 1268 e a Napoli decapitato la dinastia sveva era finita, ed era la prima volta che veniva giustiziato un RE cristiano.

Per tutta la sua vita, cercò di rivitalizzare l’ideale politico-culturale di un impero cristiano cosmopolita e pluralista, quando altrove venivano affermandosi gli Stati centralizzati e le autonomie borghesi comunali. Egli si trovò a fronteggiare una duplice ostilità: quella di una chiesa fortemente teocratica e culturalmente integralista, e quella dei comuni centro-settentrionali, ben intenzionati a difendere il verdetto della battaglia di Legnano contro il Barbarossa, ovvero la democrazia emergente delle autonomie cittadine.

More
Cultura 0

1-La Symbolique de Notre Dame de Paris   2-Il simbolismo di Notre Dame de Paris una lettura esoterica Au Moyen-Âge le feu ardent, ou petite vérole, ayant fait périr…More

Storia 0

Poche donne hanno avuto, nella storia italiana, un ruolo importante quanto quello di Matilde di Canossa, che per quarant’anni resse uno Stato che si estendeva su buona parte dell’Italia settentrionale e centrale, e che partecipò da protagonista alla lotta tra l’Impero e la Chiesa. Fatta prigioniera dall’imperatore Enrico III, insieme alla madre, restò fortemente impressionata dall’esperienza che ne fece un’assidua sostenitrice del Papato
Personaggio di primaria importanza nella storia del Medioevo europeo, Matilde di Canossa è forse la figura storica più interessante del Medioevo il suo dominio comprendeva le terre del centro della penisola essendo quindi un pasaggio obligato per giungere agli Stati del Sud.

More
Storia 0

Alcuni studiosi fanno coincidere la “fine” dell’Impero Romano d’Occidente con la tremenda sconfitta subita il 9 agosto del 378 a.C. a Adrianopoli dalle legioni dell’imperatore Valente.
Un disastro non soltanto militare ma anche politico, le cui premesse vanno ricercate sia nell’inarrestabile processo di indebolimento e disgregazione amministrativa, economica e politico militare della struttura imperiale….

More