Tagged: Guerra

Storia 0

Il 4 Novembre, una data storica per l’Italia. Ottantotto anni orsono, si completava con la fine della Prima Guerra Mondiale, il ciclo delle campagne nazionali per l’Unità d’Italia. Un cammino lungo, durato settant’anni, dalla Prima Guerra d’Indipendenza in avanti.
Un percorso difficile, intrapreso da uno dei Regni preunitari e portato a termine con il concorso convinto della popolazione di tutte le regioni d’Italia, mosse dal desiderio di mettere sotto un’unica Bandiera le sorti della penisola.

More
Cultura 0

La penisola greca è la meta di periodiche migrazioni di popoli. Nel II millennio a.C. si stanziano sul suo territorio popolazioni indoeuropee provenienti da oriente, ribattezzando la penisola con il nome di Ellade.

La conformazione del territorio è principalmente montuosa, un aspetto che contribuisce in modo determinante ad ostacolare l’unificazione dei villaggi e a favorire la nascita di piccole città-Stato indipendenti….

More
Cultura 0

….Vorrei poter soffocare nella stretta delle tue braccia nell’amore ardente del tuo corpo sul tuo volto, sulle tue membra struggenti nel deliquio dei tuoi occhi profondi perduti nel mio amore, quest’acredine arida che mi tormenta. Ardere confuso in te disperatamente…

More
Politica 0

La fine della prima guerra mondiale disegnò nuovi equilibri geopolitici.
Le potenze vincitrici del primo conflitto mondiale si divisero il mondo con un’ottica ancora coloniale. Le zone aride del medioriente, un tempo importante crocevie dei commerci con le indie, divennero strategicamente importanti per le riserve petrolifere…

More
Storia 0

..Da Roma intanto, dopo lo scisma unilaterale del 1054 col Patriarcato di Costantinopoli, si lasciava che si affermasse l’idea che anche gli ortodossi fossero in definitiva eretici e pagani, *( vedasi nota a piè di pagina ) proprio come tutti gli altri che ancora non conoscevano Cristo ed in tal modo si creava la pretesa che le Terre Russe insieme a quelle Baltiche dovessero essere colonizzate legittimamente dai regni cristiano-latini (naturalmente intendendo in primo luogo i regni di Danimarca e di Svezia) e, magari, perché no?, poi dare anche un aiuto ai “fratelli slavi” polacchi.

More
Cultura 0

 -Torquato Tasso- in breve  -sonetto alla virtù feminile- Serenissima Madama. Sogliono le belle donne con vaghezza rimirare o statua o pittura ove alcuna somiglianza loro si vede espressa, e le…More

Cultura 0

L’origine dei Nabatei rimane oscura. Basandosi su una somiglianza di suono Gerolamo suggerisce un collegamento con la tribù dei Nebaioth ricordata nel Libro dei Popoli della Genesi ma storici moderni…More

Politica 0

Non siamo a Caporetto: Temperatura percepita? Rovente. Dopo tante retoriche celebrazioni di europeismo fasullo (basti la farsa di Ventotene, un anno fa) l’Italia fa i conti con la realtà. Tutti…More

Politica 0

…il sistema ECHELON è utilizzato per intercettare normali e-mail, fax, telex e telefonate che viaggiano nella rete di telecomunicazioni mondiale…
Per 40 anni la più grande agenzia di intelligence della Nuova Zelanda, la Government Communications Security Bureau (GCSB) l’equivalente della americana National Security Agency (NSA) è stata aiutata dai suoi alleati occidentali a spiare nell’area del Pacifico, senza che questo fosse risaputo pubblicamente, ma neanche dalle maggiori cariche elettive dello stato. Quello che la NSA non poteva sapere è che verso la fine degli anni ottanta diversi ufficiali dell’agenzia decisero che le loro attività erano state troppo segrete e per troppo tempo e mi rilasciarono delle interviste e dei documenti che illustravano le attività dei servizi di intelligence neozelandesi. Più di cinquanta persone che lavoravano o avevano lavorato con i servizi ed in campi correlati accettarono di farsi intervistare.

More
1 2 3 4 5 8