Tagged: giudice

Cultura 0

La natura umana si svolge in una dimensione edonistico-pulsionistica, ovvero sia i singoli, sia la moltitudine, agiscono seguendo i loro sensi. In poche parole l’uomo caratterizzato dall’edonismo.
Gli individui possono essere paragonati a dei “fluidi” messi in movimento dalla costante ricerca del piacere, intesa come fuga dal dolore.
L’uomo però è una macchina intelligente capace di razionalizzare le pulsioni, in modo da consentire la vita in società; infatti certamente ogni uomo pretende di essere autonomo ed insindacabile nelle sue decisioni, ma si rende conto della convenienza della vita sociale…

More
Cultura 0

Il suo pensiero ha lasciato un’impronta indelebile nel campo dello studio dell’organizzazione politica e giuridica grazie, in particolar modo, ad un’elaborazione del pensiero politico assai originale per l’epoca, elaborazione che lo ha portato a maturare una separazione netta, sul piano della prassi, della politica dalla morale.
Machiavellico, oggi nel linguaggio corrente sta ad indicare una intelligenza acuta e sottile, spregiudicata della politica.

More
Temi giuridici 0

Il diritto è un fenomeno sociale della massima importanza: Regolando le azioni umane, fornisce criteri di orientamento nella grande complessità del mondo. Naturalmente, nel corso dei secoli, ha ispirato una infinita serie di studi dogmatici, storici, filosofici e teorici.
Eppure, per un sottile paradosso, questa tradizione di pensiero ha lasciato in ombra proprio l’elemento di socialità degli ordinamenti giuridici, non perché su questo aspetto siano mancate riflessioni episodiche di grande rilievo ma per la mancanza di un metodo e di un sistema armonico diriferimenti teorici, in breve di un discorso scientifico.

More
Temi Umanitari 0

QUAL E’ IL FONDAMENTO DEI DIRITTI DELL’UOMO? La “Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo” del 1948 ( il cosi detto-Dudu-Dichiarazione universale dei diritti umani) ) enuncia una lunga serie di diritti…More

Sociale 0

Non infrequentemente le procedure,il contenzioso si protrae ben oltre la vita delle persone che le avevano promosse, cosicché, a volte, la sentenza definitiva non conclude un processo ancora animato da posizioni conflittuali, divenendo sovente un rito,inutile rispetto alla vicenda umana, segnata inizialmente da contrasti di varia natura tra cui i più comuni sono interessi patrimoniali certamente divenendo un dramma sia per l’imputato che per le persone offese. Il lungo decorrere del tempo, consegna al ricorso, un sempre più remoto e sbiadito, fatto che era stato sottoposto, alla cognizione del giudice, i cui risvolti, sia di rilevanza penale che civile, a distanza di anni dall’accadimento del fatto stesso, si sottraggono talvolta a valutazioni che giustifichino ancora la sanzionalbilità.

L’eccessivo ritardo, con cui si concludono i processi, svilisce l’attività giudiziaria e per giunta la rende oltremodo dispendiosa sul piano finanziario, sia per lo Stato che per gli utenti. Vi è pero da considerare che il ritardo non è dovuto solo a cause interne all’attività giudiziaria stessa, che pur sussistono, ma alla complessità delle procedure, e alla conduzione dell’udienza, che non sempre toglie spazio a strategie dilatorie, alla redazione delle sentenze e degli altri provvedimenti,e che non si esaurisce nell’individuazione dei fatti rilevanti e per dare certezza della soluzione accolta (la c.d. ratio decidendi), ma indugia anche sui dettagli dottrinali e giurisprudenziali, ripercorsi nella loro evoluzione.

More
Sociale 0

…il sistema giuridico attualmente in vigore in Regno Unito…Nei paesi di diritto anglosassone il termine Common law designa una delle branche nelle quali si articola il diritto positivo, contrapponendosi quindi a Statute law. In tale accezione Common law designa il complesso di norme di formazione giurisprudenziale che storicamente costituiscono il cardine fondamentale del diritto inglese, mentre Statute law indica il complesso di norme emesse dal legislatore in senso proprio. In tal senso Common law può essere utilizzato quale sinonimo di Case law.

More