Tagged: filosofo

Cultura 0

Secondo Croce è fondamentale la formula dello storicismo assoluto, ossia la convinzione che tutto è storia, affermando che tutta la realtà è spirito e che questo si dispiega nella sua interezza all’interno della storia. La storia non è dunque una sequela capricciosa di eventi, ma l’attuazione della Ragione.
La conoscenza storica ci illumina a proposito delle genesi dei fatti, è una comprensione dei fatti che li giustifica con il suo dispiegarsi.

More
Cultura 0

  Arthur Schopenhauer (Danzica 1788 – Francoforte sul Meno 1860). Appartenente ad una famiglia tedesca di ricchi commercianti, Schopenhauer passò la sua giovinezza studiando e viaggiando in tutta Europa. A…More

Cultura 0

Dal 162 visse a Roma, dove scrisse e operò, dimostrando così pubblicamente la sua conoscenza dell’anatomia. Si guadagnò una favorevole reputazione come medico esperto acquisendo presto un’ampia clientela. Uno dei suoi pazienti era il console Flavio Boezio, che lo introdusse a corte, dove divenne medico dell’imperatore Marco Aurelio.
Può essere considerato come il secondo padre fondatore della medicina antica dopo Ippocrate.

More
Cultura 0

Auguste Comte (Montpellier, 1798 – Parigi, 1857) studiò per due anni all’Ecole Polytéchnique di Parigi e fu poi per qualche anno segretario e collaboratore di Saint-Simon. è generalmente considerato l’iniziatore…More

Cultura 0

Prima che un campo speculativo, la filosofia fu una disciplina che assunse i caratteri della conduzione del “modo di vita”.
Il problema di cosa sia la filosofia si può tuttavia porre secondo due prospettive diverse:
a seconda che la definizione venga elaborata sul piano storico, ovvero la filosofia consiste essenzialmente nella sua storia e nella sua tradizione come evoluzione del pensiero in rapporto ai cambiamenti socio-culturali delle società umane nelle varie epoche.
oppure sul piano strettamente gnoseologico individuando l’oggetto della conoscenza filosofica e formalizzandone il metodo.

More
Cultura 0

Nonostante l’opera di distruzione perpetrata dai conquistadores spagnoli nei confronti delle culture originarie del centro-america, i maya quiché ci hanno lasciato in eredità un’opera molto preziosa: il Popol Vuh, “Il Libro del Consiglio”, vale a dire la storia della creazione del mondo e dell’origine dei Maya stessi. In tal senso, pare opportuno considerare che i parallelismi fra le narrazioni del Vecchio Testamento, l’antica letteratura religiosa della Mesopotamia, e le tradizioni degli antichi maya sono a dir poco impressionanti, soprattutto in relazione alla “Genesi”…….

More