Tagged: cavaliere

Cultura 0

Quando in Italia, sul finire del Quattrocento, il volgare, nobilitato nel secolo precedente da Dante, Petrarca e Bocciaccio, poi trascurato dagli umanisti, cominciò a essere utilizzato di nuovo come lingua letteraria, la materia cavalleresca medievale, che aveva avuto un’ampia diffusione popolare attraverso i cantari (narrazione in versi, talora con accompagnamento musicale, prodotta e diffusa per via orale da poeti popolari, i cosiddetti giullari o canterini, tramite recite nelle piazze o lungo le vie dei pellegrinaggi), si ripropose come oggetto di poesia d’arte, particolarmente nei circoli culturali presso la corte dei Medici a Firenze e presso la corte degli Estensi a Ferrara.

More
Cultura 0

caratteristica del misticismo in Cavalcanti era l’incapacità di rendere in parole l’esperienza amorosa…

Guido Cavalcanti rientra nel gruppo dei poeti del dolce stil novo. Non abbiamo notizie certe sulla sua nascita intorno che pare sia attorno all’anno 1258, sappiamo per certo, che egli proviene da una delle famiglie nobili più importanti di Firenze, politicamente schierata dalla parte guelfa, figlio di un uomo dotto, che Dante cita nell’10° canto dell’inferno fra gli Eretici.

More