Tagged: carboneria

Storia 0

…Erano già molti anni che questo eremita occupava cotal solitudine quando una malattia crudele compì di santificarlo. Il suo corpo doventò sì coperto di pustole e di ulceri, da non restargli un membro del quale avesse libero l’uso. Pure, non fu possibile fargli di nulla diminuire il suo digiuno e le altre sue austerità. Sostenne i suoi mali con pazienza e morì tranquillamente l’ultimo dì di giugno dell’anno 1066…

E però, cari buoni Cugini, in tutte le novelle iniziazioni che potrete esser chiamati a ricevere, dovrete sempre rammentarvi la vita gloriosa di Gesù Cristo, e quella esemplare di San Tebaldo, patrono e protettore de’ Carbonari e della Frammassoneria forestiera.”

More