Tagged: Africa

Cultura 0

Fra Oriente e Occidente un filo sottile che univa Pechino al Mar Mediterraneo,un canale di transito di idee e culture…Dal 53 a.C. ad oggi, per venti secoli ambasciatori e missionari, guerrieri e navigatori hanno percorso il cammino che parte dal Medio Oriente, passa per Baghdad, Samarcanda, attraversa la Cina e si conclude a Luoyang.Non solo la seta, il prezioso tessuto dall’origine avvolta di mistero, fu una merce a permettere gli scambi commerciali con l’estremo oriente ma profumi, spezie, oro, pelli, metalli, porcellane, medicinali erano oggetto di questo commercio.

More
Cultura 0

…Dalla scoperta dell´Uomo di Clovis, le evidenze hanno fatto presupporre che l´apparizione del primo uomo preistorico in Nord America sia avvenuta lungo la Costa Orientale, molti ricercatori sono favorevoli a considerare l’Uomo di Clovis l’antenato più antico delle Americhe…

More
Storia 0

«Non posso dimenticare gli odori dell’Africa, della giungla, i bellissimi fiori della foresta, l’odore dei morti. Solo chi è stato là può comprendere tutto questo».

Ma chi erano davvero i mercenari italiani agli ordini del colonnello Bob Denard o del maggiore Jean Schramme?
Lungi dall’essere dei semplici professionisti della guerra alla mercè del migliore offerente, i vecchi mercenari, dopo quasi cinquant’anni, si raccontano in queste pagine senza ipocrisia e senza peli sulla lingua, parlando di sé, della propria giovinezza, dei propri sogni che inseguirono imbracciando il fucile sotto il sole africano.

More
Politica 0

Le guerre sono combattute per il controllo di risorse naturali, per risolvere dispute territoriali e commerciali, per motivi economici,
Spesso la causa dei conflitti sono viene indotta per motivi etnici o religiosi o per dispute territoriali e /o di potere, ma queste motivazioni hanno origini di solito esterne agli antagonisti e per lo più sono ingenerate da Potenze che hanno mire economiche o comunque egemonizzanti su uno Stato o su un territorio…

More
Politica 0

La II guerra mondiale ha visto nascere due superpotenze: gli Usa e la Cina. Con una differenza, che mentre gli Usa hanno imposto il loro dominio su buona parte del mondo, la Cina s’è limitata ad assicurarsi un pieno controllo del proprio territorio, la cui popolazione costituisce più di 1/5 dell’umanità.
Quanto all’Urss (oggi Csi), questa non è mai stata una superpotenza, nell’accezione bellicistica o dittatoriale che i media occidentali danno a questo termine. Tant’è che il suo crollo è stato repentino, come mai s’era visto nella storia delle “superpotenze” di tutti i tempi.
Dopo 70 anni di socialismo, in cui l’Urss dovette affrontare enormi problemi di sopravvivenza, come la guerra civile, la fame, le carestie, l’interventismo straniero, le conseguenze di due guerre mondiali e quelle, forse ancora più gravi, dello stalinismo, e che proprio a motivo del superamento di queste difficoltà sembrava essere un paese destinato a un futuro glorioso, ecco che è arrivato il tracollo, in cui ancora oggi il capitalismo stenta a credere.

More