Browsing: Trascendenza

Conoscenza e approfondimento del proprio pathos

Cultura 0

Il Dio “personale” non produce alcun danno e rimane custodito nel singolo individuo come patrimonio della sua interiorità.
Un Dio, anche quello considerato il migliore, il più giusto un “Dio dell’amore”, solo che lo si inserisca in una religione “storica” che se ne appropria facendone un feticcio per i suoi “credenti”, ecco che si trasforma in un ispiratore di stragi, crociate, roghi, inquisizioni, torture e bieche oppressioni. questo ce lo dice la Storia.

Forse, forse è meglio un’infinità di qualsivoglia “pseudo Dèi” individuali, ciascuno come tacito testimone della interiorità o della ricerca intellettiva personale al quale, per motivi tutti propri, piaccia pensarla in quel modo, che non anche una religione la quale, animata dai propri proconsoli ecclesiali alla guida dei “credenti”, inalberi un Dio come proprio vessillo, che pare detti delle proprie volonta, talvolta non in linea con la modernità e le sue esigenze sociali.

More
Cultura 0

Non riuscendo in modo coerente e logico a giustificare l’enorme varietà degli organismi viventi, l’uomo non seppe far di meglio, in passato, che ricorrere al concetto di creazione. Secondo questo punto di vista sarebbe esistito un dio, ovvero un’entità trascendente e dalle possibilità infinite, il quale avrebbe popolato la Terra di ogni sorta di esseri viventi e assegnato all’uomo un ruolo preminente.

More
1 4 5 6