Browsing: Storia

Per capire il presente è necessario conoscere il passato

0
Cultura

Nell’890 i bizantini sconfissero i saraceni nell’Italia meridionale, ristabilendo il proprio dominio su Bari, sede dell’ultimo esarca di Ravenna. Costituito come “Thema di Longobardia”, questo territorio fu governato per mezzo di un funzionario a cui venne attribuito inizialmente il titolo di strategos o patrizio, poi sostituito da quello di Catapano (“sovrintendente”): il territorio divenne dunque noto come “Catepanato d’Italia”. Fino all’arrivo dei Normanni, chiamati dalla chiesa romana per eliminare definitivamente l’ultima presenza bizantina dall’Italia.

More
0
Sociale

Per i Comsubin, la missione principale è quella di operare quali commandos- sabotatori, in particolare contro obiettivi in mare ossia; navi militari , civili, piattaforme petrolifere ecc, e operazioni costiere avendo come obiettivi porti, stazioni radar, di intelligence e centri di comunicazione, depositi di munizioni o depositi di carburante, ecc.
Non solo ma sono impiegati spesso anche nella protezione di insediamenti Italiani all’estero, in caso di rivolte o insurrezioni. Raramente vengano impiegati anche in servizi di intelligence o quali osservatori militari in zone a rischio per la stabilità politico-militare di un Paese.
Un raggruppamento di Comsubin, che in genere non supera mai le 7/10 unità è equipaggiato con una vasta gamma di armi, sia nelle loro versioni originali o modificate per aiutarli in funzione delle missioni assegnate..

More
0
Cultura

Quando in Italia, sul finire del Quattrocento, il volgare, nobilitato nel secolo precedente da Dante, Petrarca e Bocciaccio, poi trascurato dagli umanisti, cominciò a essere utilizzato di nuovo come lingua letteraria, la materia cavalleresca medievale, che aveva avuto un’ampia diffusione popolare attraverso i cantari (narrazione in versi, talora con accompagnamento musicale, prodotta e diffusa per via orale da poeti popolari, i cosiddetti giullari o canterini, tramite recite nelle piazze o lungo le vie dei pellegrinaggi), si ripropose come oggetto di poesia d’arte, particolarmente nei circoli culturali presso la corte dei Medici a Firenze e presso la corte degli Estensi a Ferrara.

More
0
Cultura

Nel 1098, l’anno della Prima Crociata,un piccolo gruppo di eremiti, il priore Alberico, l’abate Roberto,il giovane ed eruditissimo monaco Stefano Harding e altri sei monaci intraprende una strada che segnerà l’Europa intera per tutti i secoli a venire.

Staccatisi dal modello Cluniacense, che aveva attirato l’attenzione quale modello di perfetta vita monastica,ma che per loro non la rispecchiava, Alberico e Stefano e il resto del gruppo, decisero che avrebbero osservato in modo peculiare la regola benedettina,ottenendo dal legato apostolico l’autorizzazione. Per cui il monastero di Cistercium (Citeaux ) divenne il un punto per vivere una nuova forma di monachesimo,ossia, un monachesimo che sarà conosciuto come Cistercense, prendendo il nome dal luogo di origine della prima abbazia di Cistercium. Che divenne la madre di tutte le Abbazie cistercensi, dal 1099 al 1108

More
0
Cultura

Fa scandalo una donna vestita da uomo? Oggi forse no, almeno in Occidente, ma fino a quarant’anni fa era impensabile. Eppure delle donne che in tutti i secoli, in tutte le culture, hanno assunto abiti maschili per conquistare un’indipendenza altrimenti irraggiungibile. Donne che si sono abbigliate da marinaio, da frate, da soldato, che si sono fatte passare per dottore, re, esploratore, bandito, semplicemente per navigare, viaggiare, combattere, studiare, scoprire, o per amore e passione.
La papessa Giovanna è stata una figura leggendaria di papa donna, che avrebbe regnato sulla Chiesa dall’853 all’855. È considerata dagli storici alla stregua di un mito o di una leggenda medievale, probabilmente originato nel mondo ortodosso antipapale, che ottenne in Occidente un qualche grado di plausibilità a causa di certi elementi genuini contenuti nella storia…

More
0
Cultura

Strabone ebbe una formazione eclettica, secondo le sue teorie la Geografia doveva essere uno strumento utile alla società del suo tempo e in modo particolare ai governanti che la amministravano…

More
0
Cultura

…La sue riflessioni teoriche trovarono espressione nel De re aedificatoria, un trattato di architettura in latino, scritto a Roma, completato nel 1450 e rivolto non solo ad un pubblico specialistico, ma anche al pubblico colto di educazione umanistica. Il trattato fu concepito sul modello dei dieci libri del De Architectura di Vitruvio, allora circolanti in copie manoscritte e non ancora corrette filologicamente…

More
1 2 3 4 5 18
Translate »