Browsing: Cultura

Caratterizzazioni letterarie e filosofiche

Cultura 0

…I Greci connettevano il nome di Afrodite con la spuma del mare (afròs), dalla quale ritenevano che fosse nata; diffusosi il suo culto in Occidente, prima ad Erice in Sicilia e poi fino a Roma, la dea venne onorata col nome di Venere da venus- bellezza…

More
Cultura 0

1)=Analisi dei miti dell’antica Grecia 2)=Donne e Dee tra mito e tradizione Platone narra di potenti esseri primordiali composti dalla fusione di due maschi, o di due femmine, o di…More

Cultura 0

Alcune di queste piramidi sono state scavate e abitate fin dal IV secolo a.C., prima rifugio di anacoreti, in seguito di eremiti cristiani e poi intere popolazioni. In epoca bizantina, l’intera regione si è trasformata in uno straordinario universo rupestre con ben 365 edifici come chiese, cappelle, monasteri, alcuni dei quali internamente decorati con affreschi policromi.
Vi fiorirono alcune antiche civiltà, come quella degli Ittiti, o altre ancora provenienti dall’Europa o dalle stesse regioni dell’Asia Minore, e ognuna di esse ha lasciato in Cappadocia la propria impronta culturale.

More
Cultura 0

Per circa quattordici secoli, la visione tolemaica della Terra immobile al centro dell’universo e circondata dalle sfere celesti, non era mai stata messa in discussione. Copernico, nel suo De Rivolutionibus Orbium Coelestium, ipotizzava innanzitutto che la Terra non fosse il centro dell’Universo, ma che ruotasse attorno al Sole. Una tale idea, che toglieva alla Terra la sua posizione privilegiata al centro dell’Universo, avrà una straordinaria ripercussione nel modo di pensare in tutto l’Occidente.

Va detto che la Chiesa in quei tempi era egemone della cultura e di idee poco progresiste in quanto vedeva la scienza e le scoperte scientifiche come mine all’integrità della fede a parte il fatto poi delle riforme religiose imperversanti nei principati nel nord Europa.

More
Cultura 0

Il Dio “personale” non produce alcun danno e rimane custodito nel singolo individuo come patrimonio della sua interiorità.
Un Dio, anche quello considerato il migliore, il più giusto un “Dio dell’amore”, solo che lo si inserisca in una religione “storica” che se ne appropria facendone un feticcio per i suoi “credenti”, ecco che si trasforma in un ispiratore di stragi, crociate, roghi, inquisizioni, torture e bieche oppressioni. questo ce lo dice la Storia.

Forse, forse è meglio un’infinità di qualsivoglia “pseudo Dèi” individuali, ciascuno come tacito testimone della interiorità o della ricerca intellettiva personale al quale, per motivi tutti propri, piaccia pensarla in quel modo, che non anche una religione la quale, animata dai propri proconsoli ecclesiali alla guida dei “credenti”, inalberi un Dio come proprio vessillo, che pare detti delle proprie volonta, talvolta non in linea con la modernità e le sue esigenze sociali.

More
Cultura 0

La curiosità nell’uomo è un comportamento, una attitudine, un istinto, di natura abituale o episodica, caratteristico nell’uomo, atto a soddisfare un desiderio inquisitivo circa la natura di un fenomeno, fisico,geologico, chimoco, astronomico ecc. nel mondo scientifico,nel quotidiano o meglio nelle persone comuni diviene l’attitudine per sondare l’opinione di un altro soggetto umano…

More
Cultura 0

In ogni indagine astronomica bisognerebbe chiedersi, ogniqualvolta si prospetta l’esistenza di “entità exraterrestri”, quante possibilità possiamo considerare accettabili in rapporto all’interno universo. E’ probabile che queste chances non siano…More

Cultura 0

tra gli anni Sessanta e Settanta, manifestarono molteplicità di tendenze: al lirismo d’ispirazione trdizionale, si contrappose la negligenza formale di gusto tardo-simbolista e surrealista dei poeti della naug-i nau (dal francese nouvelle vague), fra cui spicca Ahmadi (n.1940). Nel teatro il tentativo fu quello d’innestare le forme di provenienza occidentale su di un filone locale e tradizionale. Nel 1967 la televisione nazionale organizzò il primo Festival delle arti di Shiraz e nel corso del festival internazionale del cinema (1970) i film iraniani riscossero un notevole successo.
Il periodo post-rivoluzionario fu avviato in letteratura dall`atmosfera di aspettative e di speranza suscitate dalla rivoluzione (1979), che richiamò in patria numerosi letterati e intellettuali. In poesia grande fu l’influenza della rivoluzione islamica. la prosa, invece, non sembra discostarsi dalle tendenze dell’epoca precedente.

More
1 2 3 4 5 24
Translate »