“Kalinka” celebre canzone cantata dall’armata Russa

0

Mosca – Lo spettacolo deve continuare. Se dicembre in Russia è stato il mese della tragedia aerea, che ha spazzato via il coro dell’Armata Rossa, febbraio è quello della rinascita che ha portato di nuovo sul palcoscenico l’ensemble.

Un concerto da brivido, anzi l’evento del mese, tenuto a Mosca nel teatro dell’Armata Rossa, che con la sua forma a stella rappresenta un vero e proprio monumento di architettura nazionale.

Sul palcoscenico sono apparsi i nuovi esponenti del gruppo, dopo che sul Tupolev Tu 154 precipitato la notte di Natale sono morti 64 elementi nonché il noto direttore Valerij Kalilov.

Per ristabilire l’ensemble, su ordine del ministro della Difesa Sergey Shoigu, è stato indetto un concorso già a gennaio e subito sono arrivate più di 2000 candidature.

A parlare per tutti è Maksim Maklakov, 30 anni, giovane baritono di talento che si allena da quando ne aveva 5 e definisce la voce il suo strumento: “Certo che ci aspettavamo questo successo già dal primo concerto.

Sono stati scelti dei veri professionisti, i migliori cantanti tra i migliori. Persone che dopo già le prime prove, sapevano tutti i testi a memoria. Sono stati imposti tempi strettissimi, ma è servito a far dare a tutti il meglio. Bisogna dire grazie alla direzione”.

Nel 2018 il coro e l’ensemble compiranno 90 anni. Nel suo repertorio oltre 2000 canzoni, comprese leggendarie hit dei Queen e dei Beatles.

Il coro è composto da sole voci maschili, al quale si aggiunge un’orchestra e un corpo di danza che comprende anche donne. E presto riprenderà anche i suoi tour in giro per il mondo.

Avatar

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: