“Stay Behind” la CIA e l’Italiano SIFAR oggi SIOS

0

Gladio, storia dell’accordo segreto tra Cia e Sifar. Ma siamo sicuri che non esista più?

Se una struttura come Stay Behind è riuscita ad operare impunemente per tanti anni all’ interno delle nostre istituzioni, possiamo avere la certezza che sia stata smantellata efficacemente proprio durante il govero di Giulio Andreotti nel 1990?
.
Se si ragiona su come sono stati fatti fallire alcuni processi per le stragi di Mafia si potrebbe pensare che questa doppia struttura sia davvero ancora stata in funzione
Qualche anno fa è stato declassificato un documento di particolare interesse: la riconferma dell’accordo tra il servizio segreto americano (Cia) ed il servizio segreto Italiano (SIFAR).
Riguarda la creazione da parte della Cia e del Sifar  di una rete clandestina “Stay Behind”  rete che doveva essere  istruita, addestrata, coinvolta in esercitazioni, ( in particolare nel centro della Barbagia in Sardegna ) fatta operare in attesa di  diventare operativa non appena una potenza straniera avesse occupato il nostro  territorio.

L’accordo era a conoscenza della Commissione Parlamentare sulle Stragi da tempo ed è stato pubblicato nel bel libro di Sergio Flamigni Dossier Gladio.

Se siete attenti lettori non vi sarà sfuggita l’antinomia scritta in poche righe sopra “fatta operare in attesa di diventare operativa”.

Se la rete viene fatta operare in attesa di diventare operative, significa che è già operativa, ed infatti è quello che è avvenuto, perché l’ Italia non è mai stata invasa ed invece quella rete ha sempre operato impunemente.

C’è un altro aggettivo che merita di essere analizzato in quel documento  “clandestino”. Perché la Cia ed il Sifar creano una rete clandestina e non segreta?

Quale è la differenza tra clandestino e segreto? ( non dimentichiamoci del governo jugoslavo presieduto da Tito con l’appoggio Russo.)

Le strutture segrete statali sono ammesse quando che per una ragione di Stato sia necessario mantenere il segreto su alcune operazioni.

Quale è il caso in cui una struttura viene definita  clandestina? Quando la sua esistenza viola la legge dello Stato in cui opera, dunque è illegale e la sua clandestinità le permette la sopravvivenza.  

Perché la struttura “Stay Behind” era clandestina?

Perché è considerato illegale che un servizio straniero (La Cia ) crei un esercito clandestino all’interno del territorio italiano ( in particolare in Sardegna come già detto) lo gestisca, e lo addestri e lo faccia operare assieme al nostro servizio segreto ma al di fuori delle istituzioni italiane, infatti dell’esistenza di questo esercito segreto sono molti i Governi Italiani a non esserne mai stati informati.

Faciamo finta di crederci ma è una balla mostrusa sopra tutto per alcuni politici allora al governo- ex DC-

Il motivo è semplice: il progetto di questa struttura segreta è stato utilizzato per condurre una guerra fredda, una guerra non dichiarata che ha utilizzato la minaccia del Colpo di Stato e gli attentati terroristici  per influenzare e condizionare la vita politica del nostro Paese.

Questa è l’origine della maggioranza dei misteri e delle stragi avvenute nel nostro Paese…..

il II° Reparto informazioni e sicurezza è un reparto d’intelligence militare che dipende dallo stato maggiore della difesa.

Non è integrata quindi nel “Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica”il chè in una democrazia suona molto strano -mah!!!

Avatar

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: