micro nazioni nel territorio d’Italia

0

Regno di Tavolara, situato al largo della Sardegna, ha una storia di quasi 200 anni. Fu fondato all’inizio del XIX secolo da Giuseppe

QUADRO

Bertoleoni, un allevatore di capre selvatiche. Riportano le cronache che nel 1836 il Re d’Italia, Carlo Alberto, sbarcò sull’isola, ignaro

della sua esistenza, e incontro Re Giuseppe, al quale promise il riconoscimento del suo regno. Il successore di Giuseppe, Re Paolo, diede un’organizzazione istituzionale al regno e ne ottenne il riconoscimento ufficiale da Vittorio Emanuele II.
Il regno fu riconosciuto anche dalla Regina Vittoria d’Inghilterra, che ottenne anche una foto della “corte” di Tavolara. Non é mai stata ufficializzata l’annessione del Regno di Tavolara al Regno d’Italia né alla Repubblica Italiana.

 ***************************************

 

1459664707-principo

Un altro esempio di Micronazione vigente in suolo italiano è rappresentato da il Principato di Seborga (mai annesso al Regno d’Italia né alla Repubblica 2edp2xuItaliana e la cui indipendenza fu riconosciuta da Benito Mussolini) situato nella penisola italiana. Gli abitanti di Seborga hanno eletto nel 1963 Giorgio I principe a vita e approvato nel 1994 la costituzione del Principato di Seborga ed anche se non sono ufficialmente riconosciute, le autorità comunali italiane mantengono grande rispetto per il potere spirituale e tradizionale che viene riconosciuto in Sua Altezza e nelle istituzioni seborghine. Questo rispetto è venuto a mancare recentemente e a portato alle dimissioni del Principe Giorgio I, poi ritirate.

 

da Atlante delle micronazioni

Avatar

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: