Federico Rosazza-fondatore di una città particolare nel biellese

0

La città massonica di Rosazza (Biella)

rosazza-Non ci si può recare a Rosazza come semplici turisti, perché si viene catapultati all’interno di un luogo surreale, carico di simbologie massoniche ed esoteriche.

Le principali opere volute da Federico Rosazza nato il 4 marzo 1813 a Rosazza,defunto il 25 settembre 1899 -fù un filantropo  famoso per avere realizzato numerose opere a favore della popolazione della Valle Cervo Il 21 novembre 1892 fu nominato Senatore del Regno

.Con particolare impegno per il paese natale, ai tempi frazione di Piedicavallo. A lui si devono il cimitero monumentale, la chiesa parrocchiale, l’attuale sede del Municipio e il castelletto neogotico che sorge a monte dell’abitato realizzò poi comode mulattiere e una galleria per migliorare il collegamento pedonale tra la Valle Cervo e le vallate circostanti.
Contribui allo sviluppo economico di questa area montana.

La sua fede mazziniana e i suoi legami con la massoneria gli alienarono le simpatie di parte degli ambienti ecclesiastici, nonostante il fatto che tra le opere da lui finanziate fossero compresi anche alcuni edifici religiosi L’appartenenza alla massoneria oltre agli interessi all’alchimia e in generale il mondo esoterico, fino ai templari, lo portarono a riempire di simboli legati a quel mondo tutte le opere da lui realizzate chiese e cimiteri compresi.

Così in Valle Cervo, e soprattutto nel paese di Rosazza, galleria compresa, possiamo ritrovare decine di simboli massonici.

L’infrastruttura viaria più importante fu senza dubbio la galleria che sottopassa il Colle della Colma. Il traforo e la strada di accesso sono utilizzati ancora oggi. Vanno infine ricordati numerosi interventi minori tra i quali fontane e abbeveratoi sparsi per le borgate della valle ed alcune belle incisioni rupestri nel vallone della Gragliasca ed attorno al Lago della Vecchia.

In molte di queste opere è possibile ritrovare simboli legati come già accennato alla massoneria e all’occultismo, interessi che Federico Rosazza condivise con un suo grande amico, il pittore e architetto Giuseppe Maffei.

Quest’ultimo stretto collaboratore del senatore in molte delle sue realizzazioni e a lui fu affidata la guida dei lavori artistici. Alcune fonti sostengono che fosse dotato di poteri medianici e facoltà paranormali, ed è certo il suo forte interesse per lo spiritismo. Pare che molte decisioni in campo artistico Rosazza le prese solo dopo la consultazione del proprio “spirito guida”

gms

G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: