Lo Shabak e servizi di intelligene Israeliani-breve sunto storico…

0

 

Shabak breve sunto storico…

shinbet1Con la dichiarazione unilaterale di indipendenza di Israele del 1948, nasce la Shabak come ramo delle forze di difesa israeliane ed è stato inizialmente guidato da Isser Harel ( considerato il padre di intelligence israeliana, che in seguito ha fondato e guidato il Mossad ).

La responsabilità per l’attività dello Shabak fu poi spostato alla IDF (Israel Defense Forces ) e sucessivamente all’ufficio del primo ministro.

Durante la guerra arabo-israeliana del 1948 , le responsabilità dello Shabak incluse questioni di sicurezza solo interna, ma nel febbraio del 1949 poco prima della fine della guerra, le sue responsabilità furono estese al contro-spionaggio internazionale.

Uno dei successi più importanti dello Shabak all’epoca fu quello di ottenere una copia del discorso segreto fatto da Nikita Krusciov al politc bureau del 1956, in cui denunciava le male-fatte di Stalin.

Una edizione polacca del discorso fu fornito all’ambasciata israeliana a Varsavia dal fidanzato della segretaria di un funzionario comunista polacco assunto segretamente come ufficiale di collegamento dello Shabak il quale  trasmise la copia al governo israeliano che decise oviamente di condividere le informazioni con gli Stati Uniti.

Un risultato notevole di contro-spionaggio fu poi nel 1961 la cattura di tale Beer, che si è rivelato essere una spia sovietica, Beer si rivelo essere un tenente colonnello della riserva russa, divenuto amico intimo di Ben Gurion, si era insinuato negli alti circoli israeliani. Il Beer scoperto  fu processato e condannato a dieci anni di carcere Un anno prima era stato scoperto anche un tale Kurt Sitte, gia professore della Technion israeliana, un tedesco originario dei Sudeti che agiva quale spia Cecoslovacca.

Nel 1967 sarà rilevante l’azione di un doppio agente israelo-egiziano tale Rifat al Gamal, alias Jacques Bitton, che ha dato all’Egitto false informazioni sui piani di guerra israeliani, sostenendo che Israele avrebbe fatto un atacco militare da terra.

Questo indusse gli egiziani a lasciare i loro aerei sulle piste, pemetendo cosi alla neonata Israel Air Force di fare un atacco a sorpresa e mettere fuori gioco in poche incursioni la forza aerea egiziana “guerra dei sei giorni. L’operazione detta Yated fu poi considerata uno degli inganni di maggior successo nella storia dell’intelligence israeliana dell epoca.

Dopo la guerra, il monitoraggio delle attività terroristiche in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza e Libano diventarono una parte importante della missione, dello Shabak o Shin Bet (agenzia di intelligence per gli affari interni dello stato di Israele) essendo una delle tre principali organizzazioni di spionaggio israeliane, assieme all’ Aman (intelligence militare della IDF o Israel Defense Forces più semplicemente identificata come Tzahal ) e il Mossad (responsabile della gestione e della raccolta di notizie di intelligence per le operazioni all’estero come in Siria, Giordania, Egitto e praticamente in tutti i paesi Medio-Orientali e non solo ma anche in quelli del patto di Varsavia oltre che America Latina con la complicita della CIA, FBI e l’ MI5 e MI9 Brittanico e il BND germanico)

Lo Shabak durante il 1984-1986  ha vissuto una grave crisi a seguito della vicenda in cui alcuni terroristi palestinesi dirottarono un autobus di civili. i dirottatori furono uccisi poco dopo essere stati presi in custodia dagli agenti dello Shabak , l’evento fu coperto per non compromettere un alto ufficiale israeliano infiltrato. A seguito della vicenda pero Avraham Shalom capo dello Shabak fu costretto a dimettersi.

Fu istituita una Commissione detta Landau ( si trattava di una Commissione governativa istituita nel 1987 a seguito dello scandalo per la morte in carcere di vari prigionieri palestinesi oltre a ingiuste condanne denunciate da Amnesty International, tra l’altro va rievato il coinvolgimento di un alto ufficiale dello stesso IDF, La Commissione era presieduta dall’ex giudice della Corte Suprema Moshe Landau da cui prese il nome.

la quale appuro che il GSS (General Security Service o Shabak ) negli interrogatori abitualmente utilizzati usavano una brutale forza fisica sui prigionieri per indurre a estocere false testimonianze, la comissione istituita per indagare sui metodi e le azioni innumane usate negli interrogatori dagli agenti dello Shabak diede delle linee guida per regolamentare le forme di pressione psico-fisica che dovrebbero essere usate sui prigionieri.

Nel 1995, lo Shabak o Shin Bet non riusci a proteggere il primo ministro Yitzhak Rabin, assassinato da Yigal Amir membro della destra radicale israeliana, lo Shin Bet aveva scoperto i piani di Amir e un agente dello Shin Bet era stato invitato a monitorare Amir nei suoi movimenti e frequentazioni, ma questi riferi che Amir non costituiva una minaccia per la sicurezza dello stato

Dopo l’assassinio, Carmi Gillon uno dei responsabili dello Shabak si è dimesso per evitare coinvolgimenti nella vicenda, il che lascio perplesso l’alto comando ma il caso fu messo a tacere.

Successivamente a questi fatti è stata costituita una Commissione denominata Shamgar ( Commissione d’inchiesta istituita per indagare sull’assassinio del primo ministro Rabin Il suo obiettivo era di studiare la catena di eventi che hanno portato all’assassinio, e la reazione dell’organizzazione responsabile per la sicurezza del primo ministro. la commissione era presieduta dal presidente della Corte Suprema Meir Shamgar unitamente al Generale Zvi Zamir e al Prof. Ariel Rosen-Zvi.) che sottolinearono i gravi difetti nell’ unità di sicurezza preposta a protezione del capo di stato.

Un altra fonte di imbarazzo e di critica fu poi il comportamento violento verso i prigionieri politici sospettati di terrorismo da parte di Avishai Raviv membro dell’Unità ebraica ma nel contempo agente dello Shabak, il quale pochi mesi dopo l’assassinio di Rabin si adopero affinche il capo di Hamas Yahya Ayyash vennisse assassinato per ritorsione, con un ordigno esplosivo posto nel telefono.

Va detto dopo questi fatti (ed altri che non riportiamo per ragioni di spazio) che si provide alla ristrutturazione delle forze armate al cui capo fu posto l’ammiraglio Ami Ayalon, che riorganizo le forze militari e la polizia dopo la debacle dell’assassinio di Rabin.

Nel 2000, Ami Ayalon è stato sostituito da Avi Dichter al commando della Sayeret Matkal (Unità di Ricognizione dello Stato Maggiore si tratta di una unità militare di forze speciali della difesa Israeliana; che recluta sopratutto gli ufficiali delle tre forze armate, ed è oggi la principale unità israeliana con compiti di ricognizione speciale, operante alle dirette dipendenze dello Stato Maggiore).

I suoi principali compiti sono le operazioni di antiterrorismo, l’infiltrazione e l’intelligence; l’unità è considerata particolarmente versata nella raccolta di informazioni in territorio ostile o nemico. La Sayeret Matkal (non solo è oggi la maggiore unità operativa delle forze di difesa, ma è una forza speciale di spionaggio e contro-spionaggio, oltre a compiti di ricognizione dietro le linee nemiche e sabotaggio, viene anche impiegata quale forza per il salvataggio di ostaggi fuori dai confini Israeliani, vedasi ed conosciuta come Aman).

Agente esperto dello Shabak  Avi Dichter, ha stretto un forte rapporto di lavoro con la polizia ristrutturandone il comando e ampiandone i compiti di contro-spionaggio interno, Avi Dichter era in carica quando scoppio la prima Intifada che era stata annunciata dai servizi, Avi Dichter divenne un “giocatore” di primo piano nella guerra al terrorismo, dopo il crollo del Summit di Camp David del 2000 fece suo il suo moto “occhio per occhio dente per dente” il che è tutto dire.

Va ricordato la guerra civile libanese del 1975 protatasi sino al 1990 dove lo Shabak ebbe un ruolo non indiferente nel conflitto Libanese, infatti Israele sostenne militarmente con armi e addestramenti speciali la comunità cristiana maronita e l’esercito del Sud-Libano guidato da Sad Haddad nemico giurato di Sadat capo del Fronte Popolare di Liberazione della Palestina l’ FPLP succeduto a Abu Ali Mustafa che nel 2001 fu ucciso a Ramallah da parte dello Shabak.

Una lotta senza esclusione di colpi portata anche contro l’OLP capeggiata da Yasser Arafat ( Organizzazione per la Liberazione della Palestina fondata a Gerusalemme nel maggio 1964 in una riunione segreta di varie personalità palestinesi, su indicazioni e con il sostegno della “Lega araba”, si era costituita con obiettivo la “liberazione della Palestina” anche e sopra tutto con la lotta armata)

La battaglia capeggiata Sad Haddad, come detto, con la coplicità dello Shabak, si concluse con la strage di “Sabra e Shatila” tra il 16 e 18 settembre del 1982. due campi di rifugiati civili palestinesi alla periferia di Beirut il massacro dei palestinesi fu stimato in 3500 unità, donne e bambini compresi, va detto che l’area era controllata dall’esercito israeliano che si guardo bene di intervenire.

Va poi anche ricordato i successivi fatti di sangue avvenuti nel 1985 e nel 1987 e noti come “guerra dei campi” o operazione “Pace in Galilea” allorché le Forze di Difesa Israeliane FDI invasero il sud del Libano. Il governo d’Israele dette il via libera all’invasione come risposta al tentativo di assassinio messo in atto da Al Fath contro il proprio ambasciatore nel Regno Unito, Shlomo Argov, e in risposta ad attacchi d’artiglieria dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina contro aree popolate da israeliani nel nord della Galilea.

Sempre architettati da forze israeliane, ha poi avuto seguito l’ “operazione Litani”, nome in codice Tzahal, ordinata dal Governo, motivo di questo intervento era la necessità di creare una fascia di sicurezza all’interno del territorio libanese sino al fiume Litani, così da tenere i kibbutz villaggi frontalieri israeliani, fuori dal raggio d’azione degli attacchi palestinesi che causava diverse perdite fra i civili, illegitamamente occupanti quelle terre.

Va ricordato poi nel  1976 il volo  dell’Air France  che partito da TelAviv fu dirotato da terroristi palestinesi a Entebbe in Uganda, gli Israeliani organizzarono subito una forza di liberazione guidata dal fratello di Beniamin Netanyahu il leader del Likud (partito nazionalista liberale di destra). il colonnello Yonatan Netanyahu capo della Sayeret Matkal, che perse la vita nell’operazione ma furono liberati tutti gli ostaggi.

Il 25 gennaio 2006 Abu Daud, (braccio destro di Abu Ayad, numero due di Al Fatah, si scoperse che fu tra gli ideatori e organizzatori del sequestro, finito in un massacro, degli atleti israeliani alle Olimpiadi di Monaco di Baviera del settembre 1972 unitamente a un certo Issa militante palestinese di Settembre Nero, il comando terrorista si impadronì degli appartamenti della squadra israeliana nel villaggio atleti di Monaco, la polizia tedesca fece un pasticcio nel tentativo di liberazione per qui il sequestro sfociò in una strage, va detto che fu incredibilmente tardivo l’intervento del Mossad, A ritorsione il primo ministro israeliano dell’epoca Golda Meir,diede ordine per una spietata rappresaglia allo Shabakal e al Mossad, dare la caccia a mandanti ed esecutori della carneficina e giustiziarli infatti furono tutti uccisi.

Ma già dal novembre del 2003 , quattro ex capi dello Shabak o Shin Bet – Avraham Shalom, Yaakov Peri, Carmi Gillon e Ami Ayalon , hanno invitato il governo di Israele e lo stesso Avi Dichter a trovare un accordo di pace con i palestinesi onde evitare le montanti recrudescenze terroristiche, la risposta fu la costruzione del muro è un maggior controllo sui migranti giornaliei palestinesi e arabi in genere.

Sarà nel maggio 2005 che Dichter viene sostituito da Yuval Diskin già ex direttore dello Shin Bet, e assistente speciale di Barak Ben Zur (uno dei massimi esperti in stattegia militare ed antiterrorismo, già colonello dell’esercito) che denuncio che fin dal lontano1957 il gruppo dell’ intelligence ha fatto un ecessivo e talvolta spropositato uso di fondi pubblici, per cui è stato posto sotto il controllo diretto della Knesset (il parlamento monocamerale di Israele, l’organo che detiene il potere legislativo,ed elegge il Capo dello Stato)

Ma gia dal maggio del 2002, lo Shin Bet era stato posto sotto la competenza della commissione indetta dalla Knesset, che indagava se i servizi lavoravano secondo il dettato giuridico come prevede la Costituzione, a tale riguardo fu nominato un consulente legale che approva le attività dello Shin Bet, e riferiva al gabinetto politico della “Security”.

Comunque è risaputo che lo Shabak lavora anche a stretto contatto con l’aviazione israeliana in ” omicidi mirati ” di comandanti di campo e alti dirigenti delle fazioni militanti palestinesi di Hamas , della Jihad islamica, di  Alqeida, delle Brigate dei Martiri e Al Fatah. Queste uccisioni sono di solito fatte con incursioni di elicotteri.

Oggi un agente dello Shin Bet di alto rango è considerato un candidato per l’amissione ai vertici del governo e delle imprese della comunità israeliana. Questo processo segue un trend iniziato da ex generali e colonnelli delle forze di difesa Israeliane, tra i pionieri assurti a cariche pubbliche indichiamo Moshe Dayan, Ariel Sharon, Yitzhak Rabin. cosi come Isser Harel che ha servito come capo dei servizi e Meir Amit del Mossad, divenuti membri della alta corte di giustizia.

I direttori ex Shabak oggi sono sempre più visibili come candidati per incarichi di alto livello, come Yaakov Peri che divenne il presidente della Banca Ha Mizrahi nel 2002. o Carmi Gillon che è presidente del Consiglio del Mevaseret Sion in Gerusalemme, mentre Avi Dichter e Ami Ayalon erano un tempo i candidati principali per il ministero della difesa, Dichter per il partito Kadima retto dal primo ministro Ariel Sharon e Ayalon militante nel partito laburista . Dichter comunque divenne ministro della Sicurezza Interna nel governo guidato da Ehud Olmert e Ayalon  cooperatore con il dignitario palestinese Sari Nusseibeh di “iniziativa dei popoli per la pace”una organizzazione apparentemente non governativa che funge da intermediaria il governo di Israele e l’autorità palestinese.

Mossad

Abbiamo tralasciato i rapporti israelo-nord-americani e con altre realtà di intelligence, le implicazioni e le connivenze che rimandiamo ad un eventuale prossimo articolo -g.m.s.

G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: