Origini dei nativi americani…

0

Le origini dei nativi americani

E’ ormai noto che la parte Nord del continente americano ha ospitato nel passato civiltà che ancora oggi pongono numerose domande sulla loro origine e la loro natura. Lo studio di tali civiltà non è frutto dei tempi moderni; retrocedendo nel tempo scopriamo che all’apice della formazione degli Stati Uniti numerosi studiosi si sono dati da fare per svelare i segreti di queste civiltà. Lo studio ha seguito nel corso dei secoli diverse tappe , ognuna diversa tanto da essere inserita in un preciso periodo che copre diversi secoli, ossia un periodo di tempo abbastanza lungo dove essenzialmente si fissano le basi di quella che è l’Archeologia negli Stati Uniti.

Le teorie sull’origine dei nativi Americani. In un primo momento si pensò che gli abitanti erano navigatori che, spinti dal vento, approdarono sul territorio degli Stati Uniti.
In un secondo momento si ipotizò che si trattava invece di navigatori asiatici che in una inprecisata epoca e con pochi sforzi sarebbero arrivati sul continente.

Questa ipotesi resse e fu in un certo senso accettata fino a quando, nel 1728, fu scoperto da parte di Vitus Bering l’omonimo stretto che ancora oggi porta il suo nome. Da quella scoperta geografica l’origine dei nativi americani ebbe una spiegazione; la moderna teoria che vigente ancora oggi, secondo la quale durante una glaciazione, orde di genti asiatiche si sarebbero mosse attraversando lo stretto ghiacciato colonizzando tutto il continente.

La recente scoperta di un team i ricercatori della University of Pennsylvania (USA) potrebbe costringere gli antropologi a riscrivere una parte consistente della storia dell’uomo.
Theodore Schurr e i suoi colleghi hanno infatti scoperto che le origini dei nativi americani, cioè gli Indiani, risalirebbero ad antiche popolazioni originarie della Siberia meridionale, provenienti da una zona oggi occupata dalla Repubblica di Altai-che si trova situata nel centro stesso dell’Asia sulla Taiga, delle steppe del Kazakh e dei semi-deserti siberiani della Mongolia.
Lungo il territorio della repubblica di Altai passano i confini di varie nazioni, Cina, Mongolia, e Kazakhstan.

Gli scienziati sono giunti a questa inattesa conclusione grazie a una complessa serie di analisi genetiche sulle varie popolazioni.
Secondo i ricercatori, tra i 13 e14.000 anni fa i progenitori degli attuali “indiani d’ America ” genti siberiane avrebbero attraversato lo stretto di Bering camminando, semplicemente, sul pack gelato, dando così origine, alle popolazioni nord americane.

Schurr e i sui collaboratori hanno analizzato una mole enorme di campioni genetici delle diverse popolazioni; in particolare hanno concentrato la loro attenzione sul alcuni marker trasmessi dalle madri e sul cromosoma Y, che i maschi ereditano dai padri. Il volume dei dati raccolti ha permesso al gruppo di ricerca di giungere a conclusioni molto precise.

Ciò che gli scienziati hanno potuto osservare è la presenza, in entrambi i gruppi, di mutazioni genetiche con una radice comune che può essere fatta risalire a 13/14.000 anni fa.

Anche se non si può escludere che altri gruppi etnici asiatici abbiano attraversato in epoche diverse lo stretto di Bering arrivando in America, fino ad oggi non sono state trovate evidenze empiriche. “Lo scenario potrebbe però cambiare”, spiega Schurr a i media, “dopo aver condotto uno studio
altrettanto approfondito sulle popolazioni della Mongolia”.

La ricerca etno-antropologiche, nel corso di questi quarant’anni si sono sviluppate, grazie, ai grandi incentivi e a nuove tecniche per la ricerca, e la nascita di istituti volti alla salvaguardia del patrimonio storico con l’istituzione dell’ Historic Preservation Act 1966, Archeology Resources Protection Act 1979 e il più recente Native American Graves Protection and Repatriation Act del 1990. Però nonostante l’entusiasmo per queste recenti studi e scoperte c’è ancora tanto da sapere sulle antiche civiltà di questi posti che ogni giorno di più sembrano regalare sorprendenti e misteriosi reperti non solo di civiltà storicamente accertate ma anche di civiltà la cui origine è ancora ignota.

elab-g.m.s.—-

G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: