Astrologia-il corpo umano e la medicina…

0
Molte persone conoscono che la composizione del sangue e, di conseguenza, lo stato di tutto il corpo, si modifica secondo l’atteggiamento mentale e pertanto l’incoraggiamento offerto a un ammalato può essere determinante per ottenerne la guarigione. Poche persone sono però pronte ad ammettere che lo stato fisico e mentale dipenda anche dall’influenza dei raggi planetari che mutano col movimento dei pianeti.
Anni fa un chirurgo di Portland, nell’Oregon, dichiarò che ogni volta ch’egli aveva la possibilità di operare durante il periodo di Luna crescente, era certo che otteneva un buon esito, e quindi non vi era da temere nessuna complicazione. Ma al contrario, quando la Luna era calante, si potevano temere molte difficoltà cosicché aveva deciso di operare solo quando la Luna brillava in tutto il suo splendore.
Attualmente vi sono dei medici e dei terapeuti che si servono dell’Astrologia medica per stabilire le diagnosi perché hanno scoperto che rappresenta un valido mezzo per determinare i momenti di crisi acuta dei loro ammalati, siano esse passate, presenti o future, e di alleviare le loro sofferenze. L’Astrologia medica può perciò essere considerata uno strumento operativo di grande utilità.
Nel Tema natale, infatti ogni pianeta, considerato nella sua posizione, esprime un accordo o un disaccordo, uno stato armonico che può conferire la salute od uno disarmonico che crea i presupposti per la malattia. Ne consegue che tutti i sistemi di guarigione dovrebbero tenere nella dovuta considerazione le armonie e le dissonanze stellari segnate nel Tema natale.
Lo zodiaco del corpo umano
Lo Zodiaco come rappresentazione della realtà esterna può venire letto a diversi livelli, sia nell’ambito di uno stesso individuo, sia più generalmente per eventi che riguardano la collettività. Nell’ambito di un Tema natale, l’interpretazione in chiave biologica, offre interessanti spunti ed utilissime informazioni sul funzionamento psicofisico dell’uomo considerato, oltre che nella sua globalità, anche in rapporto all’ambiente che lo circonda.
Millenni di esperienza empirica consentono oggi allo studioso di delineare, con sufficiente precisione, le caratteristiche psicologiche e di temperamento del soggetto esaminato, le sue predisposizioni verso determinate disfunzioni organiche e le zone anatomiche più vulnerabili. Inoltre, sarebbe possibile identificare, con un buon margine di successo, le patologie derivate da tare genetiche e, in collaborazione con il medico, suggerire il momento migliore per la somministrazione di determinati farmaci o per gli interventi chirurgici.
La possibilità di intervenire positivamente sulla salute dell’uomo con l’aiuto dell’Astrologia era conosciuta sin dai tempi remoti, ma soltanto recentemente gli astrologi hanno riscoperto questa branca dell’Astrologia andando alla ricerca degli antichi testi che parlano della diagnosi e della cura delle malattie.
La struttura portante dell’Astrologia medica è piuttosto semplice: basta associare a ogni segno dello Zodiaco una parte del corpo mentre le funzioni organiche vengono a loro volta associate alle energie provenienti dalle energie planetarie, ovvero dai dieci pianeti in quanto, dal punto di vista Astrologico, sia la Luna che il Sole vengono considerati dei pianeti.
Si può tracciare così il quadro medico-astrologico di un individuo mettendo in relazione funzionale una serie di elementi, compresa l’influenza che psiche e ambiente esercitano su di lui, che, se analizzati unicamente alla luce di dati strettamente clinici, rischiano di rimanere separati tra loro.
L’Astrologia chiamata “medica”, di cui si hanno scarsi documenti, ha origini antichissime. Si sa che questa scienza era di totale dominio degli egiziani; vi sono miti che parlano del dio Thoth, cui si fa risalire la paternità delle arti e delle scienze, compresa quella di curare e guarire gli ammalati con l’ausilio dell’Astrologia. L’egiziano Claudio Tolomeo, celeberrimo astronomo, matematico e astrologo, conferma questa credenza dichiarando nel suo Tetrabiblos che solo gli egiziani potevano praticare la medicina astrologica, poiché solo loro ne conoscevano tutti i segreti.
Non si dimentichi che Claudio Tolomeo ebbe il merito di poter integrare la cultura alessandrina con quella cosmopolita e variamente ramificata del suo tempo senza, per questo, indulgere in misticismi o lasciarsi andare a compromessi religiosi tipici dell’epoca. Per questo motivo si può riconoscere al Tetrabiblos il merito di rappresentare la “tradizione” astrologica antica.
Per comprendere i motivi che hanno portato ad accoppiare gli organi con i segni si può utilizzare la consueta iconografia d’origine egiziana con l’uomo in posizione eretta circondato dai simboli zodiacali. Tale immagine, seppur elementare, sottintende un criterio analogico intelligente, anche perché nella pratica diagnostica è possibile constatare che queste corrispondenze anatomo-zodiacali risultano corrette. La disposizione anatomica proposta dagli egiziani doveva quindi essere vicina alla realtà, infatti, sostituendo l’immagine dell’uomo in posizione eretta con quella di un neonato in posizione fetale, le parti anatomiche combaciano perfettamente con quelle zodiacali.
Con i recenti studi condotti al fine di meglio comprendere queste analogie si è scoperto che la divisione in blocchi del corpo non è un’originalità astrologica, bensì una normale struttura d’origine nervosa che accomuna tutti i vertebrati.
Quando si parla di Astrologia, sia essa caratteriale o medica, bisogna comunque evitare di ricadere in un tipo di Astrologia rigida e deterministica, tipicamente tolemaica, che oggi si cerca di trasformare in materia più flessibile e interdisciplinare. Va infatti ricordato che le stelle “indicano” soltanto le predisposizioni latenti. Saranno poi il tempo, il modo di vita, e le circostanze della vita che eventualmente creeranno i presupposti affinché queste indicazioni possono trasformarsi in patologie vere e proprie.
Si potrà ora comprendere quanto sia utile una conoscenza astrologica in questo campo potendo, con essa, stabilire i punti deboli di un individuo già al momento della nascita.
Sapienza antica-elab-gms——————————-
G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: