chi fu Costant Eliphas Levi?

0

Eliphas Lévi Constant nacque a Parigi nel quartiere di Saint-Germain-des-Prés, l’ 8 febbraio 1810 muore a Parigi il 31 maggio 1875 -figlio del calzolaio Jean-Joseph Constant e di Jeanne-Agnès

Da bambino frequentò una scuola per ragazzi poveri gestita dall’abate Huault Malmaison che ritenendo avesse la vocazione per diventare un sacerdote lo indirizzò al seminario giovanile di Saint-Nicholas du Chardonnet, dove imparò il latino, il greco e l’ebraico

Nel 1830 entrò nel seminario di Saint Sulpice che frequentò per due anni, venne ordinato suddiacono nel 1833 e diacono nel dicembre 1835
Avrebbe dovuto essere ordinato prete nel maggio 1836, ma confessò di essere innamorato di una delle giovani allieve della sua classe di catechismo e il suo consigliere spirituale decise che non avrebbe potuto diventare prete fino a che non avesse risolto la situazione

Al tempo stesso intrattenne rapporti con adepti della Massoneria francese e con esponenti dei più diversi rami dell’occultismo e dell’esoterismo. Le personalità che contribuirono maggiormente alla formazione del suo pensiero furono il napoletano Don Antonio Marino, abate di S.Giovanni a Carbonara, iniziatore e maestro di Eliphas Lévi, Alphonse Esquiros, studioso delle teorie sul magnetismo animale; l’abate José Custodio de Faria, un missionario dedito allo studio dei riti magico-religiosi orientali

lo studioso di numerologia e alchimia Louis Lucas; e soprattutto Höene Wronski, che lo iniziò ai misteri della cabbala e nel 1853 gli impose il nome magico di Eliphas Lévi Zahed, traduzione in ebraico di Alphonse Louis Constant.

Nel 1854 Lévi fece un viaggio in Inghilterra, dove entrò in amicizia con alcuni esoteristi tra i quali, pare, lo scrittore Edward Bulwer-Lytton (1803-1873), che in seguito diventò membro onorario della Societas Rosacrociana in Anglia. Dopo il ritorno in Francia, Lévi pubblicò il suo studio più importante, Dogme et Rituel de la Haute Magie (Parigi 1855-56), un’opera dedicata all’analisi delle più diverse branche dell’esoterismo antico e moderno, che egli definì “Occultismo”.

Nel corso degli anni con il suo Maestro ed Iniziatore Don Antonio Marino, mantenne rapporti epistolari ed occultistici creando un cenacolo napoletano, che raccoglieva esponenti esoterici delle Due Sicilie.
Il 21 agosto 1861 è stato iniziato alla massoneria a Parigi, nella loggia “La Rose du Parfait Silence”, del Grande Oriente di Francia.

Lévi stabilì per la prima volta un rapporto preciso fra le 22 lettere dell’alfabeto ebraico e i 22 Trionfi dei Tarocchi, da lui definiti “Arcani maggiori”, indicando in queste figure la chiave per la comprensione di tutti gli antichi dogmi religiosi. Dopo quest’opera capitale, Lévi pubblicò numerosi altri volumi dedicati alle tradizioni magiche e diventò il punto di riferimento principale per gli studiosi di esoterismo, non soltanto in Francia.

Vivere è soffrire; saper come vivere è essere felici.
– Amare è obbedire; saper come amare è dominare.
– Parlare è fare un rumore; saper come parlare è fare una melodia.
– Cercare è tormentare se stessi; saper come cercare è trovare.
– Usare è spesso abusare; saper come usare è godere.
– Praticare la magia è da ciarlatano; conoscere la “magia” è da saggio.
– Credere senza conoscere è da pazzo; conoscere senza credere è da insensato; la vera conoscenza porta con sé la fede.
– L’uomo che sa non ha più motivo di dubitare; quando lo Spirito non dubita più la verità cessa di esitare e l’uomo raggiunge ciò che vuole.

Alla domanda: “Perché Iddio ci ha creato?”, il Cattolicesimo risponde: “Per amarlo, conoscerlo e servirlo, e così meritare la vita eterna.”
Diciamo la stessa cosa in parole più semplici. Noi siamo al mondo per amare. Quando amiamo, amiamo Dio, perché Dio si manifesta a noi solo nella Natura e nell’Uomo.
Noi siamo al mondo per imparare, vale a dire per conoscere; imparare ogni cosa è conoscere sempre di più Iddio. La vera Teologia è la Scienza Universale.
Noi siamo al mondo per servire l’Umanità ossia servire Dio consacrando a questo la nostra libera attività. Così avanziamo nell’Eterno Progresso… Eliphas Levi

tratto da wikpedia

G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: