Conoscere la Terra…

0

Il cuore della Terra contiene un tipo di metallo fino ad oggi sconosciuto. A identificarlo sono stati i ricercatori del Geophysical Laboratory della Carnegie Institution for Science di Washington in uno studio pubblicato su “Physical Review Letters”, secondo cui la scoperta potrebbe cambiare completamente le teorie sul campo magnetico che protegge il pianeta dai danni prodotti dai raggi cosmici.

L’esistenza del metallo è stata ipotizzata – Gli autori dello studio hanno ricreato in laboratorio le condizioni estreme tipiche delle profondità della Terra. Utilizzando un innovativo metodo computazionale è stato possibile predire l’esistenza di un nuovo tipo di ossido di ferro (FeO), un componente del secondo minerale più abbondante del pianeta. Secondo i ricercatori, a una pressione di 690.000 atmosfere e a una temperatura di circa 1.650 gradi centigradi il FeO non cambia struttura, ma passa dall’essere un materiale isolante a essere un metallo altamente conduttivo.

La sua esistenza potrebbe stravolgere le teorie sul campo magnetico terrestre – Questi risultati, spiega Ronald Cohen, coautore dello studio, implicano che a livello della parte più profonda del mantello terrestre l’ossido di ferro conduce l’elettricità, aumentando l’interazione elettromagnetica tra il nucleo liquido della Terra e questa zona del mantello: e questo corrisponderebbe a una nuovo modo del campo magnetico di essere propagato verso la superficie del pianeta.

Rileviamo che a partire dal novembre 2011, 118 elementi sono stati identificati, l’ultimo dei quali Ununseptio nel 2010. Dei 118 elementi noti, solo i primi 94 sono notoriamente presenti naturalmente sulla Terra (88 nel non-traccia importi). Di questi, 80 sono stabili o sostanzialmente così, mentre gli altri sono radioattivi , decadere in elementi più leggeri su scale temporali diverse da frazioni di secondo a miliardi di anni. Ulteriori elementi, di numero atomico superiore a quelli naturali, sono stati prodotti artificialmente come il sintetico di prodotti artificiali reazioni nucleari .

L’idrogeno e l’elio sono di gran lunga gli elementi più abbondanti nella dell’universo . Tuttavia, il ferro è il più abbondante elemento (in massa) che compongono la Terra, e l’ossigeno è l’elemento più comune della Terra crosta . Anche se tutti i chimici noti la materia è composta di questi elementi, la materia chimica si costituisce solo circa il 15 % della materia nell’universo. Il resto è materia oscura , sostanza misteriosa che non è composto di elementi chimici in quanto manca di protoni, neutroni o elettroni.

Gli elementi chimici si pensa che siano stati prodotti da diversi processi cosmici, tra cui l’idrogeno , l’elio (e piccole quantità di litio , berillio e boro ) creati durante il Big Bang e dei raggi cosmici spallazione . Produzione di elementi più pesanti, dal carbonio agli elementi molto più pesante, procede per nucleosintesi stellare , e questi sono stati resi disponibili per il sistema solare e poi formazione planetaria da supernove , che esplosione questi elementi nello spazio.L’abbondanza di ossigeno, il silicio , e il ferro sulla Terra riflettono la loro produzione in comune tali stelle, dopo gli elementi più leggeri gassosi e loro composti sono stati sottratti. Mentre la maggior parte degli elementi sono generalmente visti come stabile, una piccola quantità naturale di trasformazione di un elemento ad un altro si verifica anche nel tempo presente, attraverso il decadimento di elementi radioattivi, nonché altri processi naturali nucleari.

Campioni relativamente puro di elementi isolati non sono comuni in natura. Mentre tutti i 94 elementi presenti in natura sono stati identificati in minerali campioni della Terra crosta , solo una piccola minoranza di elementi sono trovato come riconoscibile, rispetto pura minerali . Tra i più comuni di tali ” elementi indigeni “sono in rame , argento , oro , carbone (come carbone , grafite , o diamanti ), zolfo e mercurio . Tutti, tranne alcuni degli elementi più inerti, come ad esempio i gas nobili e metalli nobili , si trovano di solito sulla Terra in forma chimicamente combinata, come composti chimici . Mentre circa 32 degli elementi chimici si verificano sulla Terra in forma nativa non combinata, la maggior parte di questi si verificano le miscele. Per esempio, atmosferica dell’aria è principalmente una miscela di azoto , ossigeno e argon , e nativo elementi solidi si verificano in leghe, come quella di ferro e nichel.

Quando due elementi distinti sono chimicamente combinati, con gli atomi tenuti insieme da legami chimici , il risultato è definito un composto chimico. Due terzi degli elementi chimici si verificano sulla Terra solo come composti, e nel restante terzo, spesso le forme composte dell’elemento sono più comuni. I composti chimici possono essere composti da elementi combinati in tutto esatto numero di atomi di rapporti, come in acqua , sale da tavola , e minerali come quarzo , calcite , e di alcuni minerali . Tuttavia, legame chimico di molti tipi di risultati elementi cristallini solidi e metallici delle leghe per i quali esatte formule chimiche non esistono. La maggior parte della sostanza solida della Terra è di quest’ultimo tipo. Le sostanze che formano la crosta terrestre, mantello e nucleo non hanno un valore chimico preciso ma formule empiriche .

 g.m.s.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: