la Polizia italiana sta verificando eventuali legami tra camorra e Daesh ( ISIS)

0

isis-prossima-fermata-romaSecondo le Nazioni Unite, l’eroina del mondo è di 430 450 tonnellate, di cui solo 340 tonnellate arrivano sul mercato, il resto è distrutto o sequestrato.

paesi produttori sono: Afghanistan (almeno 380 tonnellate) e Myanmar e Laos (almeno 50 tonnellate).

Secondo John F. Sopko, speciale ispettore generale per gli Stati Uniti in Afghanistan, gli sforzi di ricostruzione dell’Afghanistan crollato contro lo sviluppo della cultura della droga e organizzazioni criminali. contadini afghani avrebbero guadagnato $ 3 miliardi di 2013

Dal 2016, le autorità russe accusano la Nato di esportare eroina afgana verso l’Europa con l’assistenza della CIA. (che ha originato e per lungo tempo ha finaziato l’ISIS in unione con i Sauditi e il Qatar)

Traffico failover di aerei NATO di jihadisti del Emirato islamico ha certificato i legami tra le due organizzazioni. i quali vengono  subito dopo la famiglia Karzai che ha lasciato la presidenza afghana (29 settembre 2015).

L’Emirato islamico utilizza un cocktail di farmaci per condizionare i suoi combattenti secondo protocolli che sembrano essere stati definiti dalla CIA.
Secondo il Servizio federale russo per il controllo degli stupefacenti (FSKN), più della metà dell’eroina consumata in Europa ora arriva dall’Afghanistan attraverso l’Emirati Islamici ossia in particoare   i sauditie il Qatar.( vedsi lo sviluppo dell’air Qatar sulle rotte mondiali di quesro 2016 uffiilmente a sopo turristio e prezzi straciati.
***********************************************************
 I leader europei sembrava  improvvisamente che si spaventassero alla scoperta di molti jihadista che hanno usato e  prodotto nei loro  paesi ordigni militari stragisti  oltr per i crimini che commettono delle droghe.
 
Tuttavia nel Regno Unito e in Francia, vi è da capire, come  voci dell’intelligence, persone valutate pericolose con il loro entourage sono stati a volte improvvisamente trasformate in assassini su ordini ??? senza un opportuno atto di prevenzione(la promessa del paradiso o qualche migliaio di dollari o sterline non bastano a fare di un tizio un assasino kamikaze, vi è dell’altro come certe droghe orientali che mutano la personalità sono alienanti. parlare di cellule dormienti è un eufemismo che fa comodo ai media e a chi li governa per generare tensioni nell’opinione pubblica Certi attentati sono discutibili ed è convinzione dei più che siano autogol  per accentuare una antipatia polico-razziale e cosi giustificare interventi militari)
 
Vedasi che i Servizi di intelligence parlano di “manipolazione mentale”, senza andare dopo il loro ragionamento: perché se gli attuali jihadisti europei sono stati gestiti, poi alcuni altri jihadisti, negli ultimi 13 anni sono forse stati oportunamente aderstrati, dobbiamo rivedere tutte le nostre certezze su ciò che ha preceduto le nuove generazioni ed il loro malcotento sociale quale disocupazion caduta di valori sociali di rifferimento ecc.non solo ma come detto asservimento mentale.

Prima di tornare a questo problema che altera profondamente il timore che gli europei possono avere della “guerra al terrore”, voglio tornare alla ipocrisia dei leader europei di oggi che pretendono di scoprire i crimini che hanno a lungo consapevolmente sostenuto e finanziato sopra-tutto in questa operazione non possiamo omettere gli USA e i loro importanti alleati come l’Arabia Saudita e i quattro gatti del Qatar ed infine scopo ultimo il petrolio.

Non si può comprendere l’inefficienza dei leader europei che devono affrontare il reclutamento di terroristi tra i loro concittadini senza mettere in discussione le loro responsabilità personali.

Le decapitazioni non sono un fenomeno nuovo sono invece una pratica che ha avuto inizio in Iraq nel 2003 durante l’occupazione degli Stati Uniti, e si diffuse durante le guerre contro la Libia e contro la Repubblica araba siriana e jemenita.

Ia libica “primavera araba” ha avuto inizio con una manifestazione a Bengasi la sera del 16 febbraio 2011 e, allo stesso tempo, in modo coordinato dalle caserme di Hussein Al-Jwaifi e Shahaat e la base aerea di Al-Abrag da membri del Gruppo combattente islamico libico (LIFG), vale a dire al Qaeda in Libia.
 
La mattina del 17 febbraio, i jihadisti hanno attaccato caserme di Zawiya e Misuta, e gli alberghi di polizia Zwara, Sabratha, Ajdabiya, Derna e Zentan.
In molti casi, ci sono prove che i rivoltosi hanno impiccati soldati o gli hanno decapitati. ( la decapitazione secondo la Sunna impedisce al malcapitato di accadere al paearadiso)
 
La “primavera araba” La Siria ha iniziato, nel frattempo, a Deraa, dopo la preghiera del venerdì, quindici persone hanno esposto striscioni contro  la Repubblica. Subito dopo jihadisti hanno attaccato un edificio dell’intelligence militare, che si trova al di fuori della città, per il monitoraggio del Golan occupato da Israele
 
Preso di sorpresa, i militari ha subito pesanti perdite e almeno uno di loro è stato decapitato.

Tuttavia, lungi dal denunciare queste decapitazioni, i membri dell’Alleanza Atlantica hanno applaudito glii jihadisti e esultato per l’unita dell’ attaccato ( va detto che dietro a questo vi era l longa mano di francia e USA).
Successivamente, decapitazioni sono diventati un modo per ispirare terrore.
 
Tali rivoltosi si sono diffusi prima in Libia e poi, dopo la caduta della Jamahiriya e il trasferimento di jihadisti (LIFG) .
Per inciso, le decapitazioni, non sono l’unico modo Jihadista utilizzato anche per smembrare il corpo e gettare i pezzi in luoghi pubblici ma le crocifisioni dei cristiani hanno profuso maggior orrore in occidente.

Quando, nel febbraio 2012, i canali televisivi atlantista e del Golfo hanno affermato che l’esercito siriano ha bombardato gli Emirati islami di Baba Amr e che ha resistito come una nuova Stalingrado, erano attenti a spiegare che era il nuvo insorgere dell’antico califato che si ricostituiva quale “Emirato”discendente da quanto enunciato nel Corano qule nuova venuta di un messiaossia uno sconosciuto ai più  “Al-Baghdadi “ma in acordo con vari servizi di intelligence tra l’altro anche il Mossad isreliano
 
Quindi nulla da dire a questi poveri o perversi diavoli del Daesh conviti di questa realizzazione di una profesia ossia la venuta di “Al-Baghdadi “( come detto personaggio costruito dalla CIA anzi tutto e dalla Francia di poi si è agregata Londra Iseaele e tutto per questioni di petrolio che i Sauditi stanno per esaurire nei prossimi 5 anni e per un gasdotto che la Siria non vuole passi per il suo territorio inimicandosi cosi anche  la Turkia di Erdogan il folle ricattatore dell’EU) 
Da qui un tribunale islamico ha comincito a condannre a morte  i  sostenetori  delle tradizioni Islamiche della tradizione vale a dire le persone non-sunniti (alawiti, sciiti, cristiani). Come attestano il Der Spiegel, oltre 150 siriani sono stati macellati lì in pubblico   con gli applausi di Abu Saleh, un giornalista di Al-Jazeera.nei primi giorni della rivoluzione. Ma la guerra continua e coinvolge Russia. cine Iran-quindi e tutto da scoprire come finirà questo Isis o Daesh se agli usa conviene una terza guerra mondiale con una Europa alleata ma a lo sfascio o ritirarsi e acordarsi con la Russia certamente in questo caso a discapito di Israele
italia-libia

********************************************

Bandiera dell’Isis trovata a Sarno: indagano i carabinieri

Una bandiera dell’Isis è stata trovata al confine tra la Provincia di Avellino e quella di Salerno, precisamente davanti alla sede del Giudice di Pace a Sarno. La bandiera, piantata accanto ad un albero nell’area interna della struttura, era posizionata presso le scale di ingresso dell’ufficio del Giudice di Pace. Chiunque l’abbia messa ha dovuto scavalcare il cancello. Sul posto immediato l’intervento dei carabinieri della locale stazione e degli uomini della Polizia di Stato. La bandiera di guerra dello stato islamico è stata sequestrata.

 

gms-

G.M.S.

G.M.S. conosciuto dagli amici come Gianca-ex incursore di Marina, laureato in scienze politiche. Ha viaggiato molto in Africa francofona, Medio Oriente e Sud America, oggi in pensione, si occupa di tematiche escatologiche e sociali ma conserva l’amore per i viaggi e nuove conoscenze.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: