[15 ago 2014 | Nessun Commento | 43 Visite]
Obama-e un Sud-America disobbediente

In un momento in cui l’Europa preferisce concordare con l’impero economico e militare anglo-americano e quindi di morire, piuttosto che partecipare alla politica del BRICS ( Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica),ma anche il Sud America decide di dargli qualche lezione economico-polica “utile” sia agli USA sia alla UE.

Leggi l'articolo completo »

Politica, Sociale »

[11 ago 2014 | Nessun Commento | 69 Visite]
la colère qui prévaut dans le monde

Le chaos règne et s’étend, tandis que les dirigeants enragés des États-Unis, de l’Europe et de leurs clients et alliés poursuivent des guerres génocidaires.
Des guerres de mercenaires en Syrie, les bombardements terroristes d’Israël à Gaza, des guerres par procuration en Ukraine, au Pakistan, en Irak, en Afghanistan, en Libye et en Somalie.
Des dizaines de millions de réfugiés fuient des scènes de totale destruction. Plus rien n’est sacré. Il n’y a pas de sanctuaires. Maisons, écoles, hôpitaux et familles entières sont ciblés pour la destruction.

Politica, Sociale »

[6 ago 2014 | Nessun Commento | 91 Visite]
Israele-La guerra degli inganni

È cominciata come una guerra premeditata: avrebbe potuto essere evitata se negli ultimi mesi Israele avesse adottato una politica diversa. Si è evoluta in una guerra inutile. È già abbastanza ovvio che non porterà alcun risultato a lungo termine. È ancora possibile che degeneri in un disastro, e alla fine risulterà essere stata la guerra degli inganni: Israele si è ingannato fino a rovinarsi.

Politica, Sociale »

[4 ago 2014 | Nessun Commento | 116 Visite]
Nouvelles d’Israël (français-Italiano) vidéo le sionisme

Mais l’armée d’Israël veulent vraiment cette guerre de massacre? si ce n’est pas un génocide?

Ma l’esercito Israelita vuole veramente questa guerra di massacro? per non dire genocidio?

Politica, Sociale, Temi Umanitari »

[1 ago 2014 | Nessun Commento | 123 Visite]
Israele vuole annientare i cittadini di Gaza

….C’è un’altra ragione per la guerra israeliana contro Gaza. Netanyahu, che teme lo scoppio di una Intifada che unirebbe i Palestinesi, minaccerebbe l’Autorità Palestinese (AP) e rallenterebbe la costruzione di colonie illegali, spera che l’aggressione di Gaza annienti il sentimento di unità che lentamente ma sicuramente sta rinascendo tra i Palestinesi di Palestina e i cittadini palestinesi di Israele….

Politica, Sociale »

[26 lug 2014 | Nessun Commento | 182 Visite]
Giona un profeta di tutti-(video)

….Continuano le minacce del leader del neonato Stato Islamico del Levante (Isis). minaccia anche Roma considerata come centro della cristianità e quindi degli infedeli, rientra nel mirinodella follia di Abu Bakr al-Baghdadi, califfo dello Stato Islamico creato nell’Est della Siria e nell’Ovest dell’Iraq….

Politica, Sociale »

[25 lug 2014 | Nessun Commento | 219 Visite]
Riflessione sulla guerra e le rivoluzioni-

….Ma l’impotenza in cui ci si trova a un certo punto, impotenza che non è mai da ritenere definitiva, non dispensa dal restare fedeli a se stessi, né giustifica la capitolazione davanti al nemico, indipendentemente dalla maschera che assume. E di qualunque nome esso si fregi: fascismo, nazismo, comunismo, Islamismo democrazia o dittatura, il nemico principale resta l’apparato amministrativo,burocratico e politico nonchè poliziesco e militare; non quello che ci fronteggia, e che è nostro nemico solo in quanto lo è dei nostri fratelli, ma quello che si dice nostro difensore e fa di noi i suoi schiavi….

Politica, Sociale, Storia »

[19 lug 2014 | Nessun Commento | 211 Visite]
Gaza-Palestina e diritto umanitario internazionale…(video)

Quali diritti ha la potenza occupante ha in materia di proprietà e delle risorse naturali nei territori occupati?
proprietà privata La proprietà privata non può essere confiscata dall’occupante.
Il cibo e forniture mediche possono essere requisite ad uso esclusivo delle forze di occupazione e di amministrazione del personale stessi (cioè non a fini di esportazione al di fuori del territorio occupato non e per il beneficio di nessuno al di là del personale che occupano, solo se necessario per il bene della popolazione sotto occupazione stessa) e solo se sono state prese le esigenze della popolazione civile in considerazione (GC IV, art. 55).

Politica, Sociale »

[4 lug 2014 | Nessun Commento | 362 Visite]
Iraq-terrore e morte-per la religione o il petrolio???

Come in Siria nel 2012-2013, la scacchiera è ancora una volta impostato, con un conflitto mediorientale regionale, questa volta in Iraq, una volta un fantoccio degli USA, ma ora essendo l’ Iraq divenuta antitetica dell’Arabia Saudita, quindi degli Stati Uniti, Obama ha dovuto rifiutare l’aiuto richiesto dal governo Iracheno,mentre la richiesta rivolta a Putin ha trovato immediato supporto, questo fa si che si sia creato un ulteriore problema un ennesimo pretesto degenerante il sotterraneo conflitto Russia e Stati Uniti. Una cosa è certa: quanto più gli Stati Uniti (e l’Arabia Saudita e Qatar) spinge per l’estromissione di Al Maliki, la Russia diventerà con le sue offerte di sostegno e di cooperazione bilaterale, sempre più forte nell’area. Possiamo asserire che è un ulteriore scacco per gli USA sul tipo di quello subito in Siria.

Sociale »

[30 giu 2014 | Nessun Commento | 326 Visite]
Chi sono i Boko Haram…(video)

Il gruppo viene fondato da Ustaz Mohammed Yusuf nel 2002 nella città di Maiduguri con l’idea di instaurare la shari’a nella regione del Borno, con l’ex governatore Ali Modu Sheriff (dimesso dal presidente nigeriano con l’accusa di corruzione), Yusuf fonda un complesso religioso che comprende una moschea ed una scuola, dove le famiglie povere della regione possano iscrivere i propri figli.Prima che il gruppo divenisse noto internazionalmente dopo le violenze religiose in Nigeria del 2009, Boko Haram non aveva una struttura organizzativa precisa o una catena di comando chiara inoltre è ancora argomento di discussione se Boko Haram sia collegato al terrorismo straniero di matrice “Sunnita” nonostante frequentemente compia atti terroristici nel Paese e contro il governo centrale.